L'AYURVEDA, la "scienza della Vita", trae origine dall'antica civiltà Vedica. Praticata in India da migliaia di anni è il più antico sistema naturale per la cura e il benessere del corpo e della mente.

In collaborazione con i maggiori esperti Ayurvedici, Maharishi Mahesh Yogi all'inizio degl'anni '80 ha riportato l'Ayurveda al suo splendore originario.

E' così che questo approccio nella sua forma più pura e completa è conosciuto come "Maharishi Ayurveda". Tale sistema olistico comprende vari approcci per ottenere una salute completa: 

- alimentazione personalizzata

- opportuna routine giornaliera

- prodotti ayurvedici specifici

- trattamenti purificanti

- musica

- oli aromatici

- esercizi di respirazione e fisici

- semplici tecniche mentali (es. meditazione trscendentale per ridurre stress e tensioni e per sviluppare il pieno potenziale mentale)

Esiste un legame invisibile, ma ben percepito, tra corpo e mente che esercita una potente influenza sul corpo in termini di salute e longevità.

Secondo l'Ayurveda sarebbero tre principi elementari fisiologici a regolare le differenti funzioni del corpo e della mente: i DOSHA. Salute e benessere, così come disagio e malattia, dipenderebbero dunque dall'equilibrio o sallo squilibrio dei dosha:

 

  • VATA governa il movimento, il respiro, la circolazione, il battito cardiaco, l'eliminazione e il flusso dell'impulso nervoso. Vata è veloce, freddo, leggero, instabile e secco per natura.
  • PITTA governa la digestione, il metabolismo e la trasformazione del cibo, dell'acqua e dell'aria in tutto il corpo. Pitta è caldo, acuto, leggermente unto e preciso per natura.
  • KAPHA governa la struttura e la coesione. Responsabile di muscoli, grasso, ossa e sinovia. Kapha è solido, unto, pesante e stabile per natura.

 

Una delle principali metodiche diagnostiche dell'Ayurveda è l'Esame del polso arterioso. Con questo esame il medico ayurvedico riesce a percepire gl'impulsi della fisiologia che dal cuore si propagano in tutti i distretti corporei. Valutando la qualità di tali impulsi si possono diagnosticare le condizioni di salute del paziente e la presenza di eventuali disagi/malattie.

Il polso viene "ascoltato" da indice-medio-anulare del medico; l'indice sente soprattutto la condizione di Vata, il medio di Pitta, l'anulare di Kapha. Attraverso quest'analisi è possibile scoprire uno squilibrio dei Dosha e dei tessuti negli stati iniziali, ovvero prima che si sia manifestato francamente come malattia.

 

 

Presso l'Erboristeria la Dott.ssa Graziella Bensi svolge trimestralmente sia l'esame del polso che la consulenza ayurvedica per coloro i quali tale scienza sia già nota.

Nella pagina degl'Appuntamenti troverete sempre aggiornate le date in cui si svolgeranno le visite; la visita è completamente gratuita, è gradita la prenotazione sia in negozio che contattandoci telefonicamente o via e-mail.